Quali notizie dobbiamo davvero leggere?

0
21
Quali notizie leggere

In questi giorni siamo bombardati dalle notizie. Stiamo vivendo una situazione che è stata assolutamente inaspettata. Nessuno di noi poteva immaginare che ci saremo ritrovati a dover stare a casa per risolvere una situazione, quello che ci viene chiesto.

Però stare a casa significa anche avere molto più tempo per fare qualcosa e il qualcosa è molto importante. Una delle attitudini che nasce in noi è sicuramente quella di informarsi perché noi siamo a casa, chiusi, con i nostri familiari. Qualcuno è in casa da solo, quindi l’istinto è quello di sapere che cosa sta succedendo fuori e quindi tendiamo a informarci. Ma come lo facciamo e soprattutto che effetto ha l’informazione su di noi e sul nostro stato d’animo, in questo momento?

Io sono una giornalista e da molti anni mi occupo di giornalismo costruttivo che è un giornalismo che vuole dare valore al lettore. Il giornalismo costruttivo è un giornalismo che vuole spiegare al lettore la complessità delle informazioni. Non vuole generare, invece, ansia e panico.

E allora voglio approfittare di questa opportunità che mi è stata data dal progetto Scoprire Cose Belle per potervi dire che ci si può informare anche in modo costruttivo. Quindi non solo i giornalisti possono fare informazione di qualità ma anche noi lettori abbiamo la responsabilità di informarci nel migliore dei modi.

Qui potete vedere il video completo di Assunta

Questo il video completo di Assunta Corbo

 E in questi giorni che cosa possiamo far?

Bisogna scegliere un momento della giornata per informarsi

La prima cosa che davvero vi suggerisco di fare è di decidere un momento della giornata in cui vi informate.

Questo significa che non dobbiamo accedere alle notizie in qualunque momento e più volte al giorno e più volte al giorno perché ci fa solo del male, perché quello che ci viene proposto è tanto, è troppo. Il nostro stato d’animo è già molto fragile in questo momento. Quindi scegliamo un momento della giornata, possibilmente non la mattina presto perché appena svegli non abbiamo bisogno di ansia, di agitazione e di preoccupazione. Noi abbiamo bisogno di una carica decisamente più costruttiva e positiva. Non scegliamo nemmeno la sera perché altrimenti rischiamo di andare a letto con un carico emotivo troppo negativo. Scegliamo un momento in mezzo alla giornata in cui informarci su che cosa ci sta accadendo, cosa sta succedendo e quali sono i numeri.

Bisogna scegliere le fonti con cura

Poi scegliamo le fonti, scegliamole con cura. Scegliamo quelle che non ci impediscono di vedere cosa sta accadendo, ma quelle che ci stanno informando spiegandoci cosa sta accadendo e quindi affezioniamoci ad esempio a delle firme, o a un comunicatore, un giornalista, un blogger che in questo momento sentiamo che ci sta dando informazioni di qualità.

Bisogna condividere le notizie di valore e di qualità

Quando condividiamo i contenuti sui social, noi facciamo un atto molto importante perché lasciamo che altre persone possano leggere i contenuti e allora voglio dirvi di prestare attenzione a quello che condivide te. Facciamo sì che in questo momento si possano condividere contenuti di valore. Che cosa significa? Contenuti che ci spiegano, che ci raccontano, che non necessariamente ci spaventano. Ma che ci fanno invece avere quella consapevole serenità che:

  • questo è un momento storico che dobbiamo vivere
  • c’è un dopo a cui dobbiamo lavorare
  • ci sono degli atteggiamenti costruttivi che possiamo allenare oggi.

Grazie un abbraccio a tutti.