Il mondo in una volta: Giulia e Giovanni partiranno per una grandiosa avventura!

0
1419
Portogallo il mondo in una volta

Chi mi segue sui social, sa che mi piace tantissimo viaggiare e scoprire luoghi nuovi. Da quando è nato Matteo, questa mia passione si è tantissimo intensificata anche perché lui ama stare in giro ma soprattutto ama scoprire oggetti, luci, volti nuovi.

Instagram ultimamente mi aiuta tantissimo nelle mie scoperte da raccontare sul mio blog. Ed è stato proprio grazie ad Instagram che ho scoperto l’account Il mondo in una volta di Giulia e Giovanni. Ho subito scritto loro un DM per capire cosa facevano nella loro vita di bello ed ecco qui quello che ho scoperto.

 

Ciao Giulia, ciao Giovanni chi siete e cosa fate?

Ciao Mery! Siamo due trentenni, entrambi nati a Piacenza, una piccola città dove tutti si conoscono e frequentano gli stessi posti. Per qualche strano motivo, noi siamo riusciti a evitarci per ben 28 anni, finché una sera d’estate del 2016 ci siamo trovati… ed eccoci qui!

Al tempo io Giovanni lavoravo nel mondo dei videogiochi, mentre io Giulia frequentavo una scuola di scrittura e giornalismo a Torino. Io Giulia ho alle spalle una lunga esperienza all’estero, cinque anni a Londra, mentre io Giovanni ho studiato e lavorato nel mondo del cinema. Dopo un anno di relazione a distanza, ci siamo trasferiti insieme a Milano. Oggi io Giulia lavora come copywriter e giornalista freelance, io Giovanni invece è un insegnante e 3d artist.

Cosa significa per voi viaggiare?

 

Giovanni
Per me viaggiare è la possibilità di liberarsi dalla routine della vita di tutti i giorni, dalle regole che ti impongono da quando appoggi il primo piede nel mondo e dai problemi che tutti questi fattori vanno a creare. Il lavoro, la carriera, la sveglia, dover andare a letto presto e il continuare a correre senza mai fermarsi a guardare quello che ci sta attorno. Per gli stessi motivi viaggiare è sempre stato qualcosa di utopico, che facevano gli altri, da ricchi. Poi nel 2017 sono andato in Portogallo per due settimane e sono stato talmente bene che ora siamo qua, pronti a partire per questa follia che si chiama Il mondo in una volta.

Giulia
Il viaggio è leggerezza: un modo tutto mio di correre, saltare, volare. Mi dà energia e mi trasforma. Solo quando sono in viaggio riesco a ignorare le macchinazioni contorte del mio cervello. Riesco a vivere ogni momento e incontro fino in fondo. Lontano da casa è più facile lasciarsi andare, stupirsi, accettare l’imprevisto con il sorriso: viaggiare, in un certo senso, è un po’ come tornare bambini e meravigliarsi di ogni cosa. Non vedo l’ora di poterlo fare per 80 giorni di fila.

Qual è stato il viaggio che vi ha emozionato di più?

Sicuramente le due settimane che abbiamo passato in giro per il Portogallo, estate 2017. Non era la prima vacanza che facevamo, ma era la prima volta che stavamo via 15 giorni insieme, zaino in spalla. Si può dire che il Portogallo è stato il nostro primo vero e proprio viaggio. A Porto abbiamo lasciato il cuore, addirittura ci siamo promessi di andare lì a vivere un giorno; di Lisbona ricordiamo i colori, le persone e l’oceano; e poi la costa sud, il mare, uno dei posti più belli che abbiamo mai visto. Un senso di libertà, benessere, energia: è da questo viaggio, dalle emozioni che ci ha regalato, che ha cominciato a prendere davvero forma Il mondo in una volta.

Come nasce l’idea di girare il mondo?

La primissima volta che abbiamo parlato di fare il giro del mondo, ci conoscevamo da poco: Giulia viveva ancora a Torino. Era un venerdì sera, era appena finita una settimana pesante… un’avventura così sarebbe stata la svolta, ci siamo detti. Poi è arrivato il lunedì e il viaggio intorno al mondo è diventato un sogno lontano, qualcosa di cui parlare solo per tirarsi su di morale.
A ottobre 2017 sono successe un paio di cose. Vivevamo a Milano da un mese, Giulia si era appena buttata nel mondo del freelancing, quando Giovanni è stato licenziato dall’oggi al domani. È in quel momento che ci siamo ripresi in mano il nostro progetto. L’abbiamo costruito pian piano, giorno per giorno, cambiando idea, itinerario e date un miliardo di volte, superando non pochi ostacoli. Il nostro viaggio insomma è la realizzazione di un sogno che ci accomuna, ma anche una rivincita e, se vogliamo, una ricompensa che ci stiamo regalando. Poi il nostro lavoro è scrivere, creare immagini e video, quindi si sa mai che Il mondo in una volta diventi un impiego a tempo pieno…

Quando partirete e come possiamo seguire la vostra avventura?

Il nostro viaggio inizia il 5 settembre, manca pochissimo! Abbiamo aperto un blog –  – dove racconteremo la nostra avventura giorno per giorno. Siamo anche sui principali canali social: abbiamo un profilo Instagram  e una pagina Facebook.

A breve apriremo anche un canale YouTube dove caricheremo dei brevi video del nostro viaggio: appena sarà attivo, troverete il link sul nostro blog.