Come spiegare il Corona Virus ai bambini

0
2190
Come spiegare il Corona Virus ai bambini | ScoprireCoseBelle

Parliamo del Corona Virus ovunque, soprattutto in famiglia davanti ai bambini. Abbiamo tutti paura, una paura incontrollabile dovuta anche ai titoli di giornale che anticipano un inizio di fine del mondo.

I bambini guardano, colgono, osservano e poi trasformano tutto quanto dentro di loro. Per questo motivo abbiamo chiesto alle psicoterapeute Marta Monciotti e Sonia Monticelli di aiutarci a spiegare ai nostri bambini cos’è il Corona Virus e perché abbiamo inconsapevolmente paura.

Ciao Marta, come possiamo spiegare ai nostri bambini cos’è il Corona Virus?

Quando parlo ai genitori dico sempre che i bambini possiedono molta più saggezza e intelligenza di quanta a volte ne abbiamo noi.

Per i bambini i problemi hanno una durata breve: non ci pensano e non ci rimuginano come fa la mente dell’adulto e il rischio più grande è di proiettare ciò che proviamo noi su di loro. Rischiamo di mescolare cose che invece sono separate, diverse, distinte.

Cosa sta succedendo intorno a noi?

I bambini che abbiamo intorno, in questi giorni, hanno continuato a giocare, a ridere, a immaginare, a piangere e ad arrabbiarsi.

 Il panico non è il loro ma casomai il nostro!

Sanno che sta succedendo qualcosa e hanno bisogno di poche parole, semplici e chiare che raccontino loro questa strana situazione.

I bambini, tra l’altro, conoscono molto bene la paura, fa parte del loro mondo magico, e sanno anche che ci sono rimedi per la paura!

Sanno che la paura è qualcosa che molto spesso va al di là del dato reale: il mostro forse non c’è ma di sicuro la paura sì!

E così anziché rincorrere il mostro sanno che occorre prendersi cura della paura, trovare copertine che rassicurano e lucine per non affondare nel buio.

Marta, quali rimedi ci sono per la paura?

E allora oggi che siamo noi, adulti, ad avere paura, quali sono le nostre coperte e le nostre lucine?

A tutti noi dico:

  • occupiamoci della nostra paura invece di preoccuparci di quella dei piccoli
  • troviamo pensieri, azioni, e gesti che ci rassicurino e diamo un confine al timore
  • diventiamo consapevoli del fatto che molto di ciò che proviamo non ha un diretto collegamento con il dato di realtà. E che molto è enfatizzato e gonfiato da informazioni scorrette e dalla paura stessa.
  • se ce lo chiedono, possiamo dirlo ai bambini: “si oggi ho pura anche io, perché anche i grandi hanno paura. Ma come ti dico sempre, si possono trovare dei modi per avere meno paura.
  • inventiamoci un rito per proteggerci e tenere buona la paura: un gesto magico, un pensiero positivo, un respiro profondo, una passeggiata all’aperto …

Nel dubbio, chiediamo ai bambini e vediamo cosa dicono

Sonia ha voluto invece raccontarci una storiella che possiamo riferire ai nostri bambini affinché sia molto più semplice per noi spiegare cosa sta succedendo in questi giorni.

Ciao Sonia, cosa hai preparato per i nostri bambini?

“I nemici del corpo sono numerosi e tra questi ci sono i virus e i batteri che possono provocare malattie, a volte gravi altre semplici come un raffreddore.

 Il nostro corpo ha una polizia speciale che è capace di scoprirli appena arrivano e di sconfiggerli senza bisogno di aiuto, ma a volte succede che si deve andare dal dottore: ci visita e ci dice come curarci e magari ci consiglia di prendere delle medicine per aiutare la speciale polizia del nostro corpo a guarire meglio e più in fretta.

I virus sono così piccoli che possono vederli solo gli scienziati con microscopi speciali, così da scoprire come sono fatti, come funzionano e trovare la medicina giusta che li sconfigge e fa guarire le persone.

In questi giorni c’è un virus nuovo che fa un po’ paura perché gli scienziati ancora non lo conoscono bene e che si chiama Corona Virus e può fare ammalare le persone. È per questo che non c’è ancora una medicina che lo sconfigge velocemente; i dottori di tutto il mondo si stanno impegnando per inventarla (è un po’ come trovare l’antidoto giusto per una pozione, come nelle favole) e intanto curano con altre medicine le persone che hanno preso questo virus, che è un po’ come prendere l’influenza.

Una cosa però la sanno i dottori e l’hanno detta tante volte: il corpo dei bambini è così forte e resistente che lo teme di meno rispetto a quello degli anziani. Questa è una cosa importante.

Avere un po’ di paura è normale, anche per i grandi. Ma per fortuna ci sono degli scienziati e dei dottori che stanno lavorando tanto per curare chi si è ammalato e per fare in modo che si ammalino pochissime persone. E’ per questo che i presidi, i sindaci e i capi dell’Italia hanno deciso di chiudere le scuole: così le persone che stanno a casa si possono proteggere meglio. Infatti basta fare attenzione a lavarsi bene le mani, starnutire coprendosi la bocca e ascoltare tutti i consigli che gli esperti di virus ci danno. Intanto i bambini e i ragazzi possono aspettare godendosi un po’ di vacanza”.

Quali sono i tuoi suggerimenti per bambini e genitori?

In questi giorni di frenesia e vortici di informazioni “senza ritegno” è facile farsi prendere dalla confusione e dalla paura. La vita degli adulti si interseca inevitabilmente con il mondo dei bambini: tutti ne siamo responsabili, non solo come genitori ma più in generale come adulti (fossimo educatori, vicini di casa o, soprattutto, giornalisti).  Per questo abbiamo tutti il dovere di dare strumenti per capire a chi, come i bambini, non è in grado di capire cosa sta accadendo.

Poche e semplici indicazioni:

  • Comunicare è meglio del silenzio: un bambino che non ha risposte, pur semplici e comprensibili che siano, cercherà di trovarle da solo con il rischio di aumentare le sue angosce e di sentirsi solo nel gestirle;
  • Quando parliamo di ciò che accade dobbiamo farlo senza passare il messaggio della paura, o meglio possiamo autorizzare che avere paura quando non si conoscono le cose è normale, ma il compito dell’adulto è quello di far sentire protetto il bambino cui si sta rivolgendo;
  • Il corpo dei bambini è più forte e resistente di quello degli anziani;
  • Ci sono cose di cui si occupano i grandi (i dottori) e bisogna fidarsi di loro perché sanno quale è il nostro bene, ci danno i consigli migliori per poter stare tutti bene.

Intanto si possono fare cose interessanti insieme, come riguardare una puntata di Esplorando il corpo umano – Ep. Guerra ai microbi.