Come scoprire il proprio talento nascosto

0
55
Come Scoprire il proprio talento

Spesso mi capita attraverso il mio lavoro di scoprire quanto a volte possa essere difficile per le persone individuare il proprio talento nascosto. Un talento è quella capacità straordinaria che se sviluppata e allenata con costanza può aiutarci ad ottenere ciò che desideriamo.

Come possiamo scoprire il nostro talento?

Vi è mai capitato di chiedervi se esiste un modo per scoprire il proprio talento?

Artisti,  psicologi, cuochi, ballerini, fotografi, insegnanti…..Che cosa vi appassiona e vi entusiasma? Per scoprire il vostro talento e trasformarlo in successo lavorativo e non, ho messo insieme alcuni elementi che potrebbero aiutarvi nella piacevole scoperta.

Tutti noi abbiamo custodito dentro di noi un talento o più talenti nascosti la vera straordinaria occasione è trovarli e utilizzarli. Ecco pechè è molto importante partire dall’individuare le nostre capacità, in che cosa siamo particolarmente bravi e portati.

Spesso i nostri talenti e le nostre capacità sono nascosti dietro i nostri piccoli gesti quotidiani ai quali a volte tendiamo a dare poca attenzione. Ma come fare per scoprirli?

Quali sono le tecniche per scoprire il proprio talento?

Una tecnica molto utile e a mio avviso divertente è quella della libreria: quali sono i libri che avete acquistato di recente? Dietro questo tipo di scelta si nascondono i nostri interessi più profondi, quelli non influenzati dal mondo attorno a noi. Quando acquistiamo un libro lo facciamo sempre per soddisfare un piacere personale e non per volere di altri. È proprio qui che dobbiamo andare ad individuare il nostro talento nascosto da coltivare per realizzarci.

Sulla stessa strada, è possibile infatti andare alla ricerca delle proprie predisposizioni e capacità innate. Ci possiamo concentrare su quelle attività che amiamo fare, che ci coinvolgono a tal punto da non rendersi conto del tempo che passa. Spesso la società in cui viviamo induce a pensare e a portare avanti dei falsi desideri. Questi poi non ci permettono di raggiungere un nostro personale equilibrio.

Cosa significa coltivare le proprie passioni?

Solo coltivando le nostre reali capacità e passioni possono, nella maggior parte dei casi, essere trasformate in professioni.

Il talento è dato dall’esito di ciò che faccio, ma anche dal processo di come mi sono sentita durante il percorso che mi ha condotta a quel risultato. Non è solo ciò che mi riesce bene, ma anche la disposizione, l’atteggiamento con cui io mi rapporto con le sfide della vita.

È una dote innata, la capacità di fare bene, ma richiede un lavoro e una cura costante di allenamento e costruzione.

Imparate ad ascoltare voi stessi

Tutto ciò che mi sento di consigliarvi è quello di imparare ad ascoltare voi stessi e gli altri, capire e unire talento innato e tutto ciò che avete imparato fino ad oggi.

Una volta scoperto, possiamo valorizzarlo. Questo perché la passione che mi consente di fare quella cosa che anche altri fanno, ma con una modalità speciale data dalla mia individualità.

Comprendere la propria unicità e autenticità vuol dire essere consapevoli della propria individualità.

Riflessione, ricerca, ascolto, talenti innati da coltivare e abilità che acquisiamo sono gli elementi da considerare. Questi sono gli elementi di cui abbiamo necessità per intraprendere la direzione corretta per il nostro presente e futuro.

Giulia Zanesi
Art Coaching, Progettista culturale e Consulente strategico per lo sviluppo delle risorse culturali. Fondatrice di Rainbow Lab Experience in cui creo, progetto e organizzo eventi culturali, corsi di Project Management e comunicazione efficace per liberi professionisti, enti pubblici e privati, sessioni di coaching. Divulgatrice esperta d'Arte Contemporanea. Un laboratorio esperienziale per vivere la cultura come strumento di crescita personale e professionale.