Come coltivare il tuo talento

0
83
Come coltivare il tuo talento | scoprirecosebelle

Ho sempre pensato che sia nella natura dei coltivatori di sogni ispirarsi agli altri, ma non tutti considerano l’importanza di prendersi cura dei propri talenti e delle proprie passioni.


Io per esempio amo ispirarmi a fantastiche donne che ammiro e che mi motivano nel perseguire ciò in cui credo profondamente.

Anche io ho la mia “divisa” da indossare tutti i giorni per non sprecare energie mentali a pensare troppo.

Questo per raccontarti che a mio avviso, ognuno di noi è unico.

Quindi…
Non trascurare quella parte di te che ti rende così speciale e unica/o; ti serve per dare un senso alla tua vita.


Che cos’è per te il successo?


Avere successo per me significa consumare il mio tempo in attività che diano un senso alla mia vita.

Questo avviene aiutando gli altri e contribuendo a rendere questo mondo un posto migliore, costruendo ogni giorno l’eredità che ci lasciamo dietro.
Buone pratiche che se seguite ogni giorno possono, secondo me, aiutare a coltivare se stessi e i propri talenti. 

Innanzitutto, tocca essere felici, la felicità non è una conseguenza, ma una causa del successo e non una conseguenza..

Buone pratiche quotidiane da adottare

Ecco le mie pratiche quotidiane che mi aiutano molto:

  1. Adoro alzarmi presto al mattino
  2. Mi alleno: spesso vado a correre al mattino presto prima di iniziare a lavorare
  3. Pianifico i miei obiettivi
  4. Non mi lascio distrarre
  5. Un po’ di routine
  6. Ho dei valori che porto con me, sempre
  7. Faccio Yoga
  8. Agisco
  9. Non reagisco
  10. Mi faccio un mazzo ogni santo giorno. 


Ce ne sono altre, ma queste mi piacciono di più.

Se ci pensi bene non c’è nulla di complicato, tutte cose che puoi fare anche tu, e allora perché non siamo tutti persone consapevoli dei nostri talenti? Bisogna darsi il giusto tempo, piano piano con costanza e perseveranza..
Ognuno di noi ha una miniera di potenziali talenti, il talento si allena, si sviluppa e si alimenta da solo crescendo.


Se sei bravo/a in qualcosa e ti alleni diventi ancora più bravo e il talento aumenta, i risultati migliorano e sarai propenso/a a fare ancora di più.

È un circolo virtuoso, ma basta poco per dimenticarsi di concimare il terreno e lasciare che quel talento smetta di portare frutti e appassisca

Solo coltivando quello che hai di diverso dagli altri puoi diventare te stesso/a.


Noi esseri umani siamo attratti da similitudini e differenze per questo ricerchiamo persone che hanno tratti in comune con noi, ma anche profonde differenze.


Se senti una voce dentro di te che dice “non puoi farlo, non sei in grado… allora falla e quella voce tacerà”

Qual è la tua passione? Quale il tuo talento da coltivare?

Giulia Zanesi
Art Coaching, Progettista culturale e Consulente strategico per lo sviluppo delle risorse culturali. Fondatrice di Rainbow Lab Experience in cui creo, progetto e organizzo eventi culturali, corsi di Project Management e comunicazione efficace per liberi professionisti, enti pubblici e privati, sessioni di coaching. Divulgatrice esperta d'Arte Contemporanea. Un laboratorio esperienziale per vivere la cultura come strumento di crescita personale e professionale.